Anveo EDI Connect / Config / Mappings / Il convertitore X12
Questa è una traduzione automatica. Il messaggio originale è disponibile in Inglese.

Il convertitore X12

Anveo EDI Connect supporta l’importazione e l’esportazione di file X12. Il convertitore utilizza la stessa base di codice del convertitore EDIFACT, ma si comporta in modo leggermente diverso, a causa delle differenze di formato e dell’impossibilità di accedere direttamente allo standard X12.

Si presuppone che si sappia come lavorare con le linee di mapping e come accedere alle proprietà EDI.

Creazione e aggiornamento guidato Mapping

Il convertitore X12 dispone di un potente assistente per creare la struttura mapping da un file di esempio. Per motivi di copyright non possiamo fornire lo standard X12 con il prodotto e quindi non possiamo nemmeno rilevare loop, lunghezza del campo ecc. automaticamente. Tuttavia, creiamo una riga per ogni segmento, composito ed elemento di dati. È possibile aggiungere le informazioni mancanti in un secondo momento.

Prima di avviare l’assistente, è necessario controllare le proprietà dell’intestazione e selezionare i caratteri di controllo corretti.

Comandi

Il convertitore X12 supporta alcuni comandi speciali. I comandi disponibili sono:

EXIT

Questo comando lascia la mapping corrente, senza scrivere il record della tabella corrente. Usare con cautela.

RUNASYNC

Questo comando consente di avviare una mapping diversa, come una post-elaborazione. Ma non è necessario che i dati della tabella passino al mapping successivo e si può specificare il mapping dinamicamente. Viene utilizzato principalmente nelle mappature di pre-processo, in cui si chiama una mapping X12 diversa, in base al tipo di messaggio o al mittente. Il comando SkipSegments può aiutare a saltare le parti non necessarie del file X12 e a mantenere la mapping ridotta.

SkipSegements

Questo comando consente di saltare tutti i dati X12 fino a un segmento specificato. Si usa soprattutto nelle mappature di pre-processo, quando si vuole analizzare solo, ad esempio, l’intestazione e saltare il resto del file, perché sarà elaborato da una mapping diversa. È anche possibile utilizzare questa funzione per saltare alcuni tipi di messaggi, mentre ne vengono elaborati altri nella stessa mapping.

ReadUntilSegment

Deprecato dalla versione 4.00 del modulo. Questo comando crea un nuovo messaggio EDI e blocca le tabelle di sistema. Si consiglia di utilizzare i comandi SkipSegments in combinazione con RUNASYNC.

RUN

Deprecato dalla versione 4.00 del modulo. Se possibile, utilizzare invece RUNASYNC. Il comando RUN blocca le tabelle del sistema EDI e impedisce l’esecuzione di più processi EDI contemporaneamente.

Funzioni del convertitore

Il convertitore X12 fornisce un oggetto con il nome X12 che contiene la funzione speciale SEGMENTCOUNT, che può essere utilizzata per ottenere il numero di segmenti nel messaggio X12 corrente. Questo valore viene tipicamente utilizzato nel segmento SE per il dato con la funzione: Total number of segments included in a transaction set.

Il segmento ISA

Il segmento X12 ISA (Interchange Control Header) è il primo segmento di un set di transazioni X12 EDI (Electronic Data Interchange). Serve come intestazione per l’intero set di transazioni e fornisce informazioni di controllo che identificano il mittente e il destinatario del set di transazioni, nonché il tipo di trasmissione EDI.

Se si aggiunge il segmento ISA a mano, assicurarsi di impostare il campo di tutti i dati a lunghezza fissa (truncate/pad) e di utilizzare le lunghezze di campo fornite. Il segmento ISA deve essere di 106 caratteri in totale. I componenti del segmento ISA e la loro lunghezza in caratteri sono:

ISA01

Qualificatore delle informazioni di autorizzazione (2)

ISA02

Informazioni sull’autorizzazione (10)

ISA03

Qualificatore delle informazioni di sicurezza (2)

ISA04

Informazioni sulla sicurezza (10)

ISA05

Qualificatore ID interscambio (2)

ISA06

ID mittente dell’interscambio (15)

ISA07

Qualificatore ID interscambio (2)

ISA08

ID del ricevitore di interscambio (15)

ISA09

Data di interscambio (6)

ISA10

Tempo di interscambio (4)

ISA11

Identificatore delle norme di controllo dell’interscambio (1)

ISA12

Numero di versione del controllo dell’interscambio (5)

ISA13

Numero di controllo dell’interscambio (9)

ISA14

Riconoscimento richiesto (1)

ISA15

Indicatore di utilizzo (1)

ISA16

Separatore di elementi componenti (1)

Per produrre questo elemento, aggiungere un composito e denominarlo ISA16. Come figli di questo composito, aggiungere due elementi di dati e denominarli ISA16.1 e ISA16.2. Per l’esportazione, entrambi devono avere l’espressione di origine impostata su costante e valore vuoto. Entrambi i dati devono essere contrassegnati come obbligatori. In questo modo il convertitore produrrà solo il separatore di elementi del componente, che può essere specificato nelle proprietà dell’intestazione mapping.

Importazione / Esportazione

Discuteremo separatamente le proprietà e le caratteristiche delle importazioni e delle esportazioni.

Importazione di dati X12

Importazione delle proprietà dell’intestazione Mapping

Direction

Per importare i dati X12 in Microsoft Dynamics NAV 2013R2, selezionare il valore della proprietà Import.

Sample Search Depth

È possibile definire che l’assistente per la creazione di una nuova mapping debba cercare più interpretazioni della struttura di dati. Impostando questa proprietà a un valore superiore a uno, si otterranno più candidati e un tempo di analisi più lungo durante l’esecuzione della creazione guidata della mapping.

Element Separator

Il carattere da utilizzare per separare gli elementi. È possibile inserire direttamente il carattere o utilizzare un carattere speciale.

Subelement Separator

Il carattere da usare per separare i sottoelementi. È possibile inserire direttamente il carattere o utilizzare un carattere speciale.

Segment Terminator

Il carattere da utilizzare per terminare un segmento. È possibile inserire direttamente il carattere o utilizzare un carattere speciale.

Importazione di loop / Gruppo

La struttura X12 contiene gruppi, che non sono visibili dai dati reali. Questi gruppi sono definiti nella documentazione e consentono di ripetere le strutture. I gruppi possono essere utilizzati, come qualsiasi altro ciclo, per aggiungere, ad esempio, tabelle.

Se si aggiunge una tabella in modalità di scrittura in un’importazione X12, il convertitore controllerà le strutture figlie per verificare se tutti gli elementi obbligatori sono presenti e se tutti i filtri sono soddisfatti. È utile per aggiungere rami condizionali nella mapping. D’altra parte, può rendere più difficile la risoluzione dei problemi perché la mapping può saltare alcune parti.

Si consiglia di impostare la proprietà Min. Repeat ad almeno uno, se si prevede che la struttura sia presente nel file. In questo modo il modulo non ha bisogno di controllare la struttura figlio e può cercare di convertire direttamente le righe. Questo renderà la mapping un po’ più veloce e fornirà anche migliori messaggi di errore nel caso in cui la struttura della mapping non corrisponda al file.

È possibile utilizzare i loop anche senza aggiungere una tabella. All’importazione si comportano come una tabella in modalità di scrittura e controllano la struttura figlio prima di entrare nel ciclo. È possibile utilizzare questa opzione se non si desidera importare i dati o se si è interessati solo agli ultimi valori del ciclo.

Importazione delle proprietà della linea di dati Mapping

Dopo aver creato una linea EDI mapping, è possibile configurare le proprietà.

Importazione di linee di dati di Mapping

Mostreremo solo le proprietà delle righe EDI mapping con la proprietà Type impostata su Data, poiché le altre proprietà si comportano come in qualsiasi altra mapping. Esistono più tipi di linee dati.

X12 Data Type

Questa proprietà definisce il tipo di linea dati che si desidera configurare.

Le opzioni disponibili variano a seconda della posizione in cui si cerca di aggiungere la riga mapping. Alcune linee di dati sono ammesse solo come figli di un altro tipo.

Questo elenco mostra tutte le opzioni disponibili per le importazioni X12:

Segment

Un segmento definisce il tipo di dati che segue. In X12 i nomi dei segmenti hanno solitamente un massimo di tre caratteri e definiscono una funzione di base. Una riga mapping di tipo Segment specifica l’identificatore del segmento. I dati effettivi sono rappresentati come linee figlio nella mapping EDI.

Composite

Un composito è costituito da diversi sottoelementi che si appartengono. Un composito è visibile nel file solo se vengono utilizzati più sottoelementi del composito. Il composito stesso non contiene dati.

DataElement

L’elemento di dati è la struttura che contiene i dati effettivi, che possono essere mappati ai campi.

Segment Importazione

È necessario definire i segmenti che possono essere presenti nel file. Se si desidera analizzare i dati, è necessario aggiungere anche i composti e gli elementi dei dati che si desidera elaborare. Un segmento può essere condizionato, cioè potrebbe essere presente nel file, ma non deve essere necessariamente presente.

Agency

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare l’agenzia responsabile dello standard X12 utilizzato. È facoltativo.

Version

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare la versione X12 utilizzata. È facoltativo.

Message Type

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare il tipo di messaggio X12 utilizzato. È facoltativo.

Mandatory

Specifica se un elemento deve essere presente nel file o se è facoltativo.

Mandatory

L’elemento deve essere presente nel file. Se questa riga di mapping è figlia di un ciclo, può essere utilizzata anche come criterio di accettazione, per stabilire se il ciclo può essere elaborato o meno, come descritto sopra.

Conditional

L’elemento è condizionale. Non creare un errore se non è presente nel file. Questo elemento non influisce sull’accettazione di un ciclo.

Position

Specifica la posizione del segmento secondo la documentazione. Questa proprietà viene utilizzata solo come riferimento e sulle nuove linee per trovare il segmento corretto. La proprietà viene ignorata durante l’importazione di un file.

Spec. Max. Repeat

Definisce la frequenza con cui l’elemento può essere ripetuto, secondo la documentazione. Questo non influisce sull’importazione del file; è necessario aggiungere un ciclo o duplicare la riga, se si desidera elaborare più istanze.

Tag

Definisce il tag del segmento. Il tag del segmento è il valore che appare nel file, in genere lungo fino a tre caratteri, come “ST”, “SE” ecc.

Name

Il nome non è attualmente utilizzato e serve solo come riferimento.

Importazione di un Composite

Agency

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare l’agenzia responsabile dello standard X12 utilizzato. È facoltativo.

Version

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare la versione X12 utilizzata. È facoltativo.

Mandatory

Specifica se il composito deve essere presente nel segmento o se è facoltativo.

Mandatory

Il composito deve essere presente nel segmento. Può anche essere utilizzato come criterio di accettazione per il segmento padre.

Conditional

Il composito è condizionato. Non creare un errore se non è presente nel file. Questo elemento non influisce sull’accettazione di un ciclo.

Position

Specifica la posizione del composito in base alla documentazione, in genere moltiplicata per 10. La posizione è tipicamente un numero, come “010”. Il numero deve essere divisibile per 10. La stessa posizione può essere letta una sola volta. La proprietà position può anche modificare la posizione della linea di mapping.

Tag

Definisce il tag del composito. Il tag non influisce sull’elaborazione dei file. Viene utilizzato principalmente per determinare automaticamente se l’elemento è obbligatorio secondo lo standard, ecc.

Name

Il nome non è attualmente utilizzato e serve solo come riferimento.

Importazione di DataElement

Agency

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare l’agenzia responsabile dello standard X12 utilizzato. È facoltativo.

Version

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare la versione X12 utilizzata. È facoltativo.

DestExpr

Specifica la destinazione dei dati. Abbiamo una sezione separata sull’espressione di destinazione. È possibile lasciare vuoto il tipo di espressione di destinazione, se non si desidera elaborare i dati, ma si potrebbe farlo in un secondo momento. È possibile eliminare la riga mapping, se non si desidera elaborare i dati.

È possibile utilizzare i filtri per definire i criteri di accettazione, che non elaboreranno una parte della mapping o creeranno un errore, se i dati non corrispondono al filtro. Soprattutto per X12 si consiglia vivamente di utilizzare i filtri, ogni volta che si prendono valori combinati con un qualificatore per verificare che il qualificatore sia quello previsto.

Mandatory

Specifica se il dato deve essere presente nel segmento/composito o se è facoltativo.

Mandatory

Il dato deve essere presente nel segmento/composito. Può anche essere utilizzato come criterio di accettazione per il segmento padre.

Conditional

L’elemento di dati è condizionale. Non creare un errore se non è presente nel file. Questo elemento non influisce sull’accettazione di un ciclo.

Position

Specifica la posizione dell’elemento di dati in base alla documentazione, in genere moltiplicata per 10. La posizione è tipicamente un numero, come “010”. Il numero deve essere divisibile per 10. La stessa posizione può essere letta una sola volta. La proprietà position può anche modificare la posizione della linea di mapping.

Tag

Definisce il tag dell’elemento di dati. Il tag non influisce sull’elaborazione dei file. Viene utilizzato principalmente per determinare automaticamente se l’elemento è obbligatorio secondo lo standard, ecc.

Name

Il nome non è attualmente utilizzato e serve solo come riferimento.

Spec. Data Type

Questa proprietà definisce il tipo di dati secondo lo standard X12. Questo è solo a titolo informativo e non influisce sull’elaborazione.

Incorrect Length

Sono ammessi i seguenti valori:

Ignore

Non controllare la lunghezza dell’uscita.

Max (Error)

Crea un errore se il valore è più lungo del consentito.

Max (Truncate with Warning)

Crea un avviso se il valore è più lungo del consentito e tronca l’output alla lunghezza consentita.

Max (Truncate)

Tronca il valore se è più lungo del consentito.

Max (Truncate…)

Troncare il valore se è più lungo del consentito e aggiungere “…” alla fine per indicare che il valore non è completo.

Exact (Error)

Crea un errore se l’output non ha la lunghezza specificata.

Exact (Truncate/Pad with Warning)

Tronca o imbottisce il valore, se non ha la lunghezza specificata e crea un avviso.

Exact (Pad)

Crea un errore se il valore è più lungo del consentito. Imbottire il valore se è troppo corto.

Exact (Truncate/Pad)

Tronca o imbottiglia il valore al numero di caratteri indicato.

Spec. Length Type

Questa proprietà definisce se il campo è a lunghezza variabile o fissa secondo lo standard X12. Questo è solo a titolo informativo e non influisce sull’elaborazione.

Max. length

Il campo è di lunghezza variabile.

Exact length

Il campo ha una lunghezza fissa.

Length

Definisce il numero di caratteri consentiti nell’elemento di dati.

Format Type

È possibile selezionare il tipo di dati da importare.

Sono disponibili i seguenti valori:

Auto

Il campo viene interpretato automaticamente, in base al tipo di dati di destinazione.

Date

I dati vengono interpretati come una data. È possibile specificare il formato con la proprietà Format String.

Time

I dati vengono interpretati come informazioni temporali. È possibile specificare il formato con la proprietà Format String.

Date/Time

I dati vengono interpretati come informazioni su data e ora. È possibile specificare il formato con la proprietà Format String.

Format String

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata. Specifica la stringa di formato data/ora, come descritto in Lavorare con le stringhe di formato data/ora.

Sample Values

È possibile mantenere un elenco di valori di esempio. La procedura guidata di creazione/aggiornamento mapping compilerà automaticamente questo elenco dal file di esempio.

Esportazione di dati X12

Esportazione delle proprietà dell’intestazione Mapping

Direction

Per esportare i dati X12 da Microsoft Dynamics NAV 2013R2, selezionare il valore della proprietà Export.

Sample Search Depth

È possibile definire che l’assistente per la creazione di una nuova mapping debba cercare più interpretazioni della struttura di dati. Impostando questa proprietà a un valore superiore a uno, si otterranno più candidati e un tempo di analisi più lungo durante l’esecuzione della creazione guidata della mapping.

Element Separator

Il carattere da utilizzare per separare gli elementi. È possibile inserire direttamente il carattere o utilizzare un carattere speciale.

Subelement Separator

Il carattere da utilizzare per separare i sottoelementi. È possibile inserire direttamente il carattere o utilizzare un carattere speciale.

Segment Terminator

Il carattere da utilizzare per terminare un segmento. È possibile inserire direttamente il carattere o utilizzare un carattere speciale.

Line Breaks

I file X12 possono avere interruzioni di riga dopo ogni segmento. Questo renderà il file leggermente più grande, ma più facile da leggere. Questa proprietà definisce se il convertitore deve produrre interruzioni di riga. Questa opzione non può essere modificata dinamicamente; se un partner richiede le interruzioni di riga e un altro no, è necessario creare due mappature separate. Il convertitore utilizzerà un’interruzione di riga di Windows (ritorno a capo e avanzamento riga).

Fallback Communication Channel

Il canale di comunicazione che deve essere utilizzato, se non specificato prima da un altro codice mapping, AL / C/AL o dalle transazioni commerciali. A partire da Anveo EDI Connect 4.00, questa opzione può essere lasciata vuota.

Send Channel After Convert

Configura se il canale di comunicazione deve essere inviato dopo l’esecuzione di questa mapping. Questo può essere usato per inviare automaticamente i file, senza bisogno di un lavoro separato.

Fallback Receiver Partner

È possibile specificare un partner ricevitore da utilizzare come ripiego, nel caso in cui non sia stato specificato alcun partner. Il partner viene utilizzato da alcuni canali di comunicazione per selezionare il destinatario. È possibile accedere alla mapping per ottenere, ad esempio, il numero di identificazione del partner.

Esportazione delle proprietà della linea di Mapping

Dopo aver creato una linea EDI mapping, è possibile configurare le proprietà.

Esportazione di linee di dati di Mapping

Mostreremo solo le proprietà delle righe EDI mapping con la proprietà Type impostata su Data, poiché le altre proprietà si comportano come in qualsiasi altra mapping. Esistono più tipi di linee dati.

X12 Type

Questa proprietà definisce il tipo di linea dati che si desidera configurare.

Le opzioni disponibili variano a seconda della posizione in cui si cerca di aggiungere la riga mapping. Alcune linee di dati sono ammesse solo come figli di un altro tipo.

Questo elenco mostra tutte le opzioni disponibili per le importazioni X12:

Segment

Un segmento definisce il tipo di dati che segue. In X12 i nomi dei segmenti hanno solitamente fino a tre caratteri e definiscono una funzione di base. Una riga mapping di tipo Segment specifica l’identificatore del segmento. I dati effettivi sono rappresentati come linee figlio nella mapping EDI.

Composite

Un composito combina diversi elementi di dati che appartengono a una stessa categoria. Un composito è visibile nel file solo se vengono utilizzati più elementi di dati nel composito. Il composito stesso non contiene dati.

DataElement

L’elemento di dati è la struttura che contiene i dati effettivi, che possono essere mappati ai campi.

Segment esportazioni

È possibile emettere solo i segmenti definiti nella mapping. È quindi necessario configurare tutti i segmenti richiesti nel file di output.

Agency

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare l’agenzia responsabile dello standard X12 utilizzato. È facoltativo. Questa proprietà non influisce sull’uscita del convertitore.

Version

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare la versione X12 utilizzata. È facoltativo. Questa proprietà non influisce sull’uscita del convertitore.

Message Type

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare il tipo di messaggio X12 utilizzato. È facoltativo. Questa proprietà non influisce sull’uscita del convertitore.

Conditional Output

È possibile impostare questa proprietà sul valore True per produrre l’elemento solo se un’espressione di origine specificata corrisponde a un filtro specificato.

NAV Filter

Questa proprietà è disponibile solo se la proprietà Conditional Output è impostata su True. Un filtro per verificare la SourceExpr. L’espressione di partenza verrà interpretata come testo per l’applicazione del filtro. L’elemento verrà visualizzato nell’output solo se il valore dell’espressione sorgente specificata rientra nel filtro specificato.

SourceExpr

Questa proprietà è disponibile solo se la proprietà Conditional Output è impostata su True. Questa proprietà specifica quale valore deve essere usato per decidere se corrisponde al filtro dato e se l’elemento deve apparire o meno nell’output.

Mandatory

Specifica se un elemento deve essere presente nel file o se è facoltativo.

Mandatory

L’elemento deve essere presente nel file. Questo campo è presente nelle esportazioni solo a titolo informativo. Il convertitore non è in grado di rilevare gli elementi obbligatori mancanti.

Conditional

L’elemento è condizionale.

Position

Specifica la posizione del segmento secondo la documentazione X12. Questa proprietà viene utilizzata solo come riferimento e sulle nuove linee per trovare il segmento corretto. La proprietà non influisce sull’uscita del convertitore.

Spec. Max. Repeat

Definisce la frequenza con cui l’elemento può essere ripetuto, secondo la documentazione. Questo non influisce sull’uscita del convertitore e non viene controllato durante l’uscita.

Tag

Definisce il tag del segmento. Il tag del segmento è il valore che appare nel file, in genere lungo fino a tre caratteri, come “ST”, “SE” ecc.

Name

Il nome non è attualmente utilizzato e serve solo come riferimento.

Esportazione Composite

Molti tipi di messaggi X12 non richiedono compositi.

Agency

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare l’agenzia responsabile dello standard X12 utilizzato. È facoltativo. Questo non influisce sull’uscita del convertitore.

Version

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare la versione X12 utilizzata. È facoltativo. Questo non influisce sull’uscita del convertitore.

Conditional Output

È possibile impostare questa proprietà sul valore True per produrre l’elemento solo se un’espressione di origine specificata corrisponde a un filtro specificato.

NAV Filter

Questa proprietà è disponibile solo se la proprietà Conditional Output è impostata su True. Un filtro per verificare la SourceExpr. L’espressione di partenza verrà interpretata come testo per l’applicazione del filtro. L’elemento verrà visualizzato nell’output solo se il valore dell’espressione sorgente specificata rientra nel filtro specificato.

SourceExpr

Questa proprietà è disponibile solo se la proprietà Conditional Output è impostata su True. Questa proprietà specifica quale valore deve essere usato per decidere se corrisponde al filtro dato e se l’elemento deve apparire o meno nell’output.

Mandatory

Specifica se il composito deve essere presente nel segmento o se è facoltativo.

Mandatory

Il composito deve essere presente nel segmento. Questa proprietà è solo informativa e non influisce sull’uscita del convertitore.

Conditional

Il composito è condizionato.

Position

Specifica la posizione del composito secondo la documentazione, tipicamente moltiplicata per 10. Questa proprietà è importante, in quanto definisce anche il modo in cui vengono prodotte le informazioni nel file. La posizione è tipicamente un numero, come “010”. Il numero deve essere divisibile per 10. La stessa posizione può essere scritta una sola volta. La proprietà position può anche modificare la posizione della linea di mapping.

Tag

Definisce il tag del composito. Il tag non influisce sull’elaborazione dei file. Viene utilizzato principalmente per determinare automaticamente se l’elemento è obbligatorio secondo lo standard, ecc.

Name

Il nome non è attualmente utilizzato e serve solo come riferimento.

Esportazione dell’DataElement

Agency

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare l’agenzia responsabile dello standard X12 utilizzato. È facoltativo. Questa proprietà non influisce sull’output del file.

Version

Questa proprietà può essere utilizzata per specificare la versione X12 utilizzata. È facoltativo. Questa proprietà non influisce sull’output del file.

SourceExpr

Specifica l’origine dei dati da scrivere. Abbiamo una sezione separata sulla proprietà dell’espressione di origine.

Conditional Output

È possibile impostare questa proprietà sul valore True per produrre l’elemento solo se un’espressione di origine specificata corrisponde a un filtro specificato.

NAV Filter

Questa proprietà è disponibile solo se la proprietà Conditional Output è impostata su True. Un filtro per verificare la SourceExpr. L’espressione di partenza verrà interpretata come testo per l’applicazione del filtro. L’elemento verrà visualizzato nell’output solo se il valore dell’espressione sorgente specificata rientra nel filtro specificato.

SourceExpr

Questa proprietà è disponibile solo se la proprietà Conditional Output è impostata su True. Questa proprietà specifica quale valore deve essere usato per decidere se corrisponde al filtro dato e se l’elemento deve apparire o meno nell’output.

Mandatory

Specifica se il dato deve essere presente nel segmento/composito o se è facoltativo.

Mandatory

Il dato deve essere presente nel segmento/composito. L’impostazione di un elemento come obbligatorio comporta la generazione dell’output, anche se il valore è vuoto. Ciò può causare file non validi, poiché gli elementi obbligatori devono sempre avere un valore. In questo caso il convertitore non creerà alcun errore. È necessario verificare che le informazioni richieste per l’esportazione siano presenti utilizzando un controllo mapping.

Conditional

L’elemento di dati è condizionale.

Position

Specifica la posizione dell’elemento di dati in base alla documentazione, in genere moltiplicata per 10. La posizione è importante per il convertitore per decidere dove emettere le informazioni. La posizione è tipicamente un numero, come “010”. Il numero deve essere divisibile per 10. La stessa posizione può essere scritta una sola volta. La proprietà position può anche modificare la posizione della linea di mapping.

Tag

Definisce il tag dell’elemento di dati. Il tag non influisce sull’elaborazione dei file. Viene utilizzato principalmente per determinare automaticamente se l’elemento è obbligatorio secondo lo standard, ecc.

Name

Il nome non è attualmente utilizzato e serve solo come riferimento.

Spec. Data Type

Questa proprietà definisce il tipo di dati secondo lo standard X12. Questo è solo a titolo informativo e non influisce sull’elaborazione.

Incorrect Length

Sono ammessi i seguenti valori:

Ignore

Non controllare la lunghezza dell’uscita.

Max (Error)

Crea un errore se il valore è più lungo del consentito.

Max (Truncate with Warning)

Crea un avviso se il valore è più lungo del consentito e tronca l’output alla lunghezza consentita.

Max (Truncate)

Tronca il valore se è più lungo del consentito.

Max (Truncate…)

Troncare il valore se è più lungo del consentito e aggiungere “…” alla fine per indicare che il valore non è completo.

Exact (Error)

Crea un errore se l’output non ha la lunghezza specificata.

Exact (Truncate/Pad with Warning)

Tronca o imbottisce il valore, se non ha la lunghezza specificata e crea un avviso.

Exact (Pad)

Crea un errore se il valore è più lungo del consentito. Imbottire il valore se è troppo corto.

Exact (Truncate/Pad)

Tronca o imbottiglia il valore al numero di caratteri indicato.

Spec. Length Type

Questa proprietà definisce se il campo è a lunghezza variabile o fissa secondo lo standard X12. Questo è solo a titolo informativo e non influisce sull’elaborazione.

Max. length

Il campo è di lunghezza variabile.

Exact length

Il campo ha una lunghezza fissa.

Length

Definisce il numero di caratteri consentiti nell’elemento di dati.

Format Type

È possibile selezionare il tipo di dati da importare.

Sono disponibili i seguenti valori:

Auto

Il campo viene formattato automaticamente, in base al tipo di dati di origine.

Text

Il campo è formattato come testo.

Date/Time

Informazioni su data e ora. Il formato può essere specificato da un qualificatore che rappresenta i qualificatori DTM consentiti dallo standard X12. È possibile utilizzare gli altri formati Data e Data/Ora, se si desidera specificare il formato in un altro modo.

Date/Time Format

I dati sono formattati come informazioni su data e ora. È possibile specificare il formato con la proprietà Format String.

Date Format

I dati sono formattati come informazioni sulla data. È possibile specificare il formato con la proprietà Format String.

Number

I dati sono formattati come valori numerici.

Format Qualifier

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Date/Time.

È possibile utilizzare la ricerca per vedere tutti i formati disponibili. I numeri sono uguali al qualificatore del formato X12 per i campi DTM.

Format String

Disponibile solo se la proprietà Format Type è se a Date/Time Format o a Stringa di Date format.

Se la proprietà Format Type è impostata su NAV Format String, è possibile inserire la stringa di formato, come descritto nella guida AL / C/AL.

Se è impostato su data/ora, è possibile inserire una stringa di formato, come descritto in Lavorare con le stringhe di formato di data/ora.

Blank Zeros

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Number. Se disponibile, specifica che i valori vuoti devono essere restituiti come un campo vuoto, invece della rappresentazione vuota predefinita.

Decimal Character

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Number. Specifica il carattere da utilizzare come separatore decimale. Per X12 probabilmente non si dovrebbe modificare il valore.

Thousands Separator Character

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Number. Se le migliaia devono essere separate e, in caso affermativo, quale carattere deve essere utilizzato. Per X12 probabilmente non si dovrebbe modificare il valore.

Max. Decimal Places

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Number. Il numero massimo di cifre decimali da visualizzare.

Min. Decimal Places

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Number. Il numero minimo di cifre decimali da inserire nell’output. In questo modo i posti mancanti verranno automaticamente riempiti di zeri.

Sign

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Number. Indicare o meno il segno positivo/negativo.

Negative Only

Emettere solo il segno “-“.

Always

Emettere il segno “+” e “-“.

Sign after Value

Disponibile solo se la proprietà Format Type è impostata su Number. Se mettere il segno dopo i numeri. Per X12 probabilmente non si dovrebbe modificare il valore e lasciarlo al valore predefinito.

Sample Values

È possibile mantenere un elenco di valori di esempio. La procedura guidata di creazione/aggiornamento mapping compilerà automaticamente questo elenco dal file di esempio.

Avviso sui cookie di WordPress da parte di Real Cookie Banner