Anveo EDI Connect / Config / Panoramica / Cosa c’è di nuovo
Questa è una traduzione automatica. Il messaggio originale è disponibile in Inglese.

Cosa c’è di nuovo

In questa sezione descriviamo le nuove funzionalità di ogni versione. Questo non è il changelog tecnico completo, ma è destinato a chi utilizza il modulo per avere una visione d’insieme.

Versione 5.00

La versione 5.00 è ottimizzata per essere utilizzata come Extension per Microsoft Dynamics 365 Business Central e per essere utilizzata anche con Microsoft Dynamics 365 Business Central Online. Abbiamo deciso di sbarazzarci di alcuni campi deprecati e abbiamo cambiato i nomi delle tabelle di buffer per essere coerenti attraverso tutte le versioni di Dynamics.

I cambiamenti principali sono:

  • Tabelle tampone
    • Nomi dei tavoli cambiati
    • Rimossi alcuni campi deprecati
  • Tabelle di sistema
    • Campi deprecati rimossi
  • Convertitori
    • Sottratto il convertitore NAV a favore di:
      • Nuovo convertitore PREPARE
      • Nuovo convertitore CHECK
      • Nuovo convertitore di PROCESS
    • Il convertitore EDIFACT ha ora il supporto per separatori decimali non conformi allo standard
  • Miglioramento dell’interfaccia utente sulle transazioni commerciali
  • Migliorata l’esperienza dell’interfaccia utente nel client web di Dynamics
  • Supporto per gruppi d’azione nel modulo del flusso di lavoro / transazioni commerciali
    • Nella maggior parte dei casi la logica di post-elaborazione non è più necessaria. È nascosta come proprietà avanzata ai nuovi utenti
  • Nuovo canale di comunicazione per comunicare con una nuova piattaforma di trasferimento dati gestita, alla quale si può accedere come utente Anveo
  • Processo di installazione più semplice (QuickInstall non è più richiesto)
  • Supporto iniziale per una rapida configurazione dell’ambiente demo

Tabelle tampone

Abbiamo utilizzato la nuova release per eliminare alcuni campi usati raramente. Abbiamo anche rimosso i campi Sell-to, Bill-to e Ship-to in quanto sono ridondanti rispetto alle informazioni che possono essere memorizzate nella tabella ANVEDI Contatto/Indirizzo. La documentazione elenca tutti i campi deprecati: Tabelle tampone.

Se si aggiorna un sistema utilizzando la versione FOB del modulo, è possibile mantenere le vecchie tabelle buffer, senza modificare le mappature. Se si esegue l’aggiornamento alle estensioni, è possibile aggiungere i campi deprecati utilizzando un’estensione personalizzata, se necessario.

Tabelle di sistema

Abbiamo rimosso alcuni campi dalle tabelle del sistema che sono stati utilizzati internamente. Se si effettua l’aggiornamento dalla versione 4 del modulo è possibile importare le tabelle e cancellare i campi. Se si desidera aggiornare dalla versione precedente, passare prima alla versione 4.

Convertitori

In passato abbiamo utilizzato un unico convertitore comune per tutte le logiche di elaborazione interne. Questo convertitore è stato chiamato convertitore NAV. Poiché il termine NAV non è più utilizzato da Microsoft nelle nuove versioni e abbiamo scoperto che è meglio che la struttura delle mappature le delinei chiaramente in funzioni diverse, abbiamo introdotto tre nuovi convertitori:

  • PREPARE
  • CHECK
  • PROCESS

L’idea è quella di definire chiaramente la funzione della mapping e di applicare le migliori pratiche per separare la preparazione dei dati, la convalida dei dati e l’elaborazione dei dati. Potete saperne di più nel capitolo dei convertitori.

Operazioni commerciali

Abbiamo cambiato il modo in cui è possibile inserire le azioni per uno specifico tipo di transazione commerciale e ora supportiamo più azioni, che vengono eseguite una dopo l’altra fino a quando una non fallisce. Se si resetta la fase di elaborazione fallita, il modulo avvia di nuovo la prima azione. Ciò consente di eseguire nuovamente le mappature di preparazione e di semplificare il processo del flusso di lavoro. Inoltre abbiamo promosso la proprietà per avviare un sotto-processo per essere al primo livello di qualsiasi tabella di dati nelle mappature, rendendo molto più semplice l’impostazione di scenari complessi con più tipi di transazioni commerciali.

Cliente Web

Abbiamo migliorato l’esperienza utente nei client web delle diverse versioni di Dynamics. Apprezziamo molto il vostro feedback, dove possiamo ancora migliorare l’interfaccia utente per rendere l’utilizzo del modulo il più semplice possibile.

Flusso di lavoro

Con Anveo EDI Connect versione 5.00 abbiamo introdotto un nuovo sistema di workflow semplificato per l’elaborazione dei dati. Il nuovo sistema si basa sulle transazioni commerciali e dovrebbe essere più facile da capire per i nuovi utenti del modulo. Le “vecchie” post-elaborazioni sono ancora disponibili, ma sono ora nascoste come proprietà avanzate a favore del nuovo modello. Ci sono ancora scenari, in cui la vecchia logica offre maggiore flessibilità e non sarà rimossa dal modulo, ma nella maggior parte dei casi il nuovo modello sarà più facile da configurare e comprendere.

Comunicazione basata sul servizio

Poiché l’accesso al file system locale non è possibile in Microsoft Dynamics 365 Business Central Online, abbiamo implementato una nuova interfaccia di servizio Web che può comunicare con servizi di terzi. Presto annunceremo una collaborazione che vi permetterà di inviare e recuperare file in protocolli che prima non erano direttamente supportati, come X.400 e AS/2, tramite un servizio online.

Installazione

Anveo EDI Connect è ora completamente disponibile come Business Central Extension e tramite AppSource.

Con Anveo EDI Connect 5.00 abbiamo cercato di incorporare completamente la maggior parte delle risorse utilizzate e di installarle automaticamente. Nella Business Central Extension questo viene fatto nel processo di installazione dell’estensione, per le versioni più vecchie vi verrà chiesto di eseguire l’installazione quando aprite la pagina di configurazione EDI. Il file QuickInstall.anv richiesto nelle versioni precedenti del modulo non è più necessario.

Sistema dimostrativo

Abbiamo integrato un sistema demo nel modulo. Dopo l’installazione è possibile installare delle mappature di esempio tramite la pagina di Setup EDI o i collegamenti rapidi, a seconda della versione Dynamics. Questo ambiente demo sarà migliorato con i prossimi aggiornamenti. Abbiamo in programma di rendere il più semplice possibile un sistema di test in esecuzione per dimostrare o testare il modulo.

Versione 4.00

Anveo EDI Connect 4.00 ha molti miglioramenti e nuove funzionalità.

Esperienza dell’utente

Business Transactions

Vogliamo rendere il più semplice possibile per l’utente finale trovare i dati delle sue transazioni, vedere lo stato e navigare verso le informazioni richieste nel sistema. Prima della versione 4 c’era il logging, dove l’utente finale poteva trovare ogni passo della logica di elaborazione, ma questo è più tecnico di quanto richiesto da molti utenti. Per questo motivo abbiamo deciso di aggiungere il nuovo concetto di Business Transactions.

Centro ruoli di Microsoft Dynamics 365 Business Central – Mostra le transazioni commerciali EDI

L’idea generale è quella di rappresentare lo stato di un documento in un’unica linea, una Business Transaction. Ognuna di queste operazioni appartiene ad una nuova tabella di configurazione, il Business Transaction Type. Il Business Transaction Type definisce i processi generali e i punti di ingresso. Discutiamo i dettagli nel capitolo Business Transactions.

Miglioramenti dell’interfaccia utente

Ci sono diversi piccoli cambiamenti per migliorare l’usabilità. Ad esempio, abbiamo aggiornato il FactBox nel documento EDI per rappresentare meglio le informazioni richieste dall’utente finale. Lavoriamo anche per rendere più facile il lavoro con i nuovi client basati su browser in tutte le versioni. Vedremo ulteriori miglioramenti su questo argomento con la prossima release.

Lavori (“Zero-coding”)

Con le transazioni commerciali abbiamo aggiunto un modo per esportare i dati senza la necessità di aggiungere campi per verificare se sono già stati esportati. In passato si dovevano aggiungere bandiere booleane a tutti i documenti in uscita, controllando se doveva essere esportato e se c’era già un’esportazione. La nuova funzionalità può occuparsene in molti scenari. Dandovi la possibilità di impostare flussi di lavoro EDI standard senza una singola linea di codifica o modifiche agli oggetti di base del Microsoft Dynamics NAV 2016. Discutiamo i dettagli nel capitolo Business Transactions.

Impostazione della Mapping

Ci sono molte piccole modifiche e miglioramenti alla configurazione della mapping. Un grande cambiamento si nota solo a volte, abbiamo cambiato il modo in cui SourceExpr e DestExpr sono gestiti con un motore completamente digitato. Questo dovrebbe migliorare le prestazioni e la stabilità e rendere il sistema più robusto ai cambiamenti di lingua.

Funzionalità generale

Tabella Filtraggio dei dati

Abbiamo cambiato il modo in cui si accede ai dati di post-elaborazione. C’è una nuova proprietà Data View, che permette di filtrare il record a tutti i record della tabella, il record di post-elaborazione, il record delle transazioni commerciali o un record da un filtro nominato. Selezionando
Named Table View) si accede al campo di visualizzazione tabella con nome, come in precedenza. Questo cambiamento è compatibile con l’indietro. Negli aggiornamenti imposteremo la nuova proprietà su Named Table View e manterremo il nome della tabella.

Role Center di Microsoft Dynamics 365 Business Central – Mostra le proprietà delle tabelle nella Mapping EDI

Table Limit

Se si leggono i dati da una tabella c’è una nuova proprietà avanzata chiamata Limit Count. Impostando questa proprietà su True avrete la possibilità di limitare il conteggio dei record da leggere.

Creare documenti collegati

La proprietà Master Table è stata rinominata per Create Linked Documents. Si dovrebbe impostare su True ogni volta che si desidera collegare altre tabelle a questa istanza o quando si vuole essere in grado di navigare dalla
Business Transaction o dalla EDI Processing Queue al record.

Collegamento errori di collegamento alle tabelle

C’è una nuova proprietà Register Errors On Instance che ha permesso che tutti i seguenti errori siano collegati a questa istanza della tabella.

Funzioni di init per le tabelle dei tempi

Nelle tabelle temporanee è ora possibile specificare una funzione che restituisce una ANVEDI Variant che contiene un RecordRef che viene utilizzato come valore iniziale. Si tratta di un argomento molto avanzato e necessario solo in casi particolari.

Post-processi

Ci sono nuovi tipi di post-elaborazione a supporto delle nuove Business Transactions.

Funzioni integrate

Ci sono molte nuove funzioni integrate. Ne parleremo solo uno, ma nel manuale è stata aggiunta una nuova sezione con funzioni incorporate.

Ci sono nuove funzioni integrate da confrontare tra loro. Questo vi permetterà di utilizzare linee di tipo Conditional per effettuare Conditionalzionali di base. Se si cerca di confrontare due diversi tipi di dati, il secondo verrà confrontato con il primo. Con questa nuova funzione non è più necessario utilizzare la “seconda tabella” per le dichiarazioni IF.

Mapping trasporti / Importazione ed esportazione

Abbiamo sostituito la vecchia funzionalità di importazione ed esportazione dei dati di mapping. È possibile importare i vecchi backup con i nuovi sistemi e il vecchio report viene ancora spedito con il modulo, ma è deprecato.

La nuova funzionalità consente di specificare in modo molto più granulare ciò che si vuole esportare. All’atto dell’importazione è possibile vedere i dati contenuti nel backup e decidere cosa importare. Troverete maggiori dettagli alla voce Backup e trasporto.


Centro ruoli di Microsoft Dynamics 365 Business Central – Mostra l’esportazione della configurazione EDI

Gestione degli errori

Abbiamo migliorato le funzioni integrate che si possono utilizzare, ad esempio, dalle mappature di controllo. Ci sono tre nuovi tipi di comando:

  • INFO
  • WARNING
  • DEBUG

Che vi permetterà di creare voci di registro. Tutti i comandi di log, compreso l’ERROR esistente, ora supportano più segnaposto per utilizzare i valori della mapping all’interno del messaggio di errore. È inoltre possibile specificare un Error Code, che può essere utilizzato per accedere alle informazioni del log. Ora è anche possibile specificare esplicitamente la tabella a cui assegnare l’errore.

Errori accettabili

Abbiamo anche introdotto un nuovo tipo di errore, che interrompe l’elaborazione, ma può essere accettato dall’utente finale. Questo permette di definire dei controlli che interrompono l’elaborazione, ma che possono essere contrassegnati come accettati/negati dall’utente finale.

Nomi degli oggetti

Abbiamo prefisso molti degli oggetti con “ANVEDI” per evitare scontri di nome con altri moduli. Per essere retrocompatibili, ciò influisce sulla maggior parte dei nomi di oggetti, ma non su tutti i nomi di oggetti. Semplificheremo i nomi nella versione “Extension” con la prossima release. Anveo EDI Connect sarà disponibile solo come estensione per Microsoft Dynamics 365 Business Central. Non supporteremo la vecchia versione Dynamics come NAV Extension.

Elaborazione parallela

In generale non consigliamo l’elaborazione di più processi EDI contemporaneamente. Con la nuova release abbiamo cercato di limitare il tempo di blocco delle nostre tabelle di sistema, rendendo possibile l’esecuzione di più processi contemporaneamente. Tutte le tabelle utilizzate all’interno delle mappature saranno comunque un fattore limitante. Se possibile, si consiglia comunque di evitare le elaborazioni parallele.

Supporto per la Mapping delle versioni

Con le nuove versioni enterprise disponibili del modulo, abbiamo aggiunto il supporto per il versioning delle mappature. Sono disponibili due modalità, una semplice e una sicura di revisione, dove una mapping che una volta eseguita non può più essere modificata. Abbiamo aggiunto una sezione Mapping Versioning, dove potete trovare maggiori informazioni. Se volete utilizzare la nuova funzionalità dovrete ottenere una nuova licenza, sentitevi liberi di contattare il nostro team di partner per ottenere maggiori informazioni.

Modifiche al convertitore

Ci sono state alcune modifiche al modulo base che influenzeranno tutte le mappature. Si consiglia vivamente di testare tutte le mappature dopo l’aggiornamento prima di eseguire l’aggiornamento in un sistema live.

Nelle sezioni seguenti elencheremo le modifiche ai convertitori specifici.

EDIFACT/X12

Abbiamo cercato di migliorare i messaggi di errore all’interno del convertitore. Abbiamo anche cambiato il comportamento dei loop, se hanno un set minimo di ripetizioni. Si consiglia di impostare una ripetizione min a tutte le tabelle all’interno di una mapping EDIFACT, dove ha senso. Il risultato sarà l’elaborazione dei segmenti e non solo il loro controllo, che migliorerà le prestazioni e i messaggi di errore.

Abbiamo aggiornato l’importatore EDIFACT, si prega di scaricare gli standard con il nuovo downloader. Poiché abbiamo risolto alcuni problemi, ha senso rimuovere gli standard già importati e importarli di nuovo, prima di costruire nuove mappature.

Esiste una nuova funzione EDIFACT.SKIPSEGMENTS che si può utilizzare, se si desidera saltare i dati senza elaborarli, fino ad un elemento noto.

XML

C’è un cambiamento radicale nel convertitore XML, se si utilizzano i namespace sulle importazioni. Ora useremo le informazioni dello spazio dei nomi per identificare gli elementi di importazione. Questo richiedeva che tutte le linee avessero il corretto set di informazioni sullo spazio dei nomi. Il vantaggio è che è possibile elaborare file con prefissi diversi, in quanto ora sono considerati uguali.

L’altra modifica è che un nodo Content vuoto risulterà ora in un output completo del tag. Se si vuole ottenere un output collassato, è possibile utilizzare la proprietà Conditional Output sul contenuto. È possibile utilizzare l’Conditional Output sull’elemento per evitare che il tag venga mostrato.

ZUGFeRD

I componenti dello ZUGFeRD sono stati aggiornati e devono essere aggiornati. La licenza PDF è ora impostata al di fuori di Dynamics utilizzando un License Manager fornito dal produttore dei componenti PDF.

Abbiamo cambiato il modo in cui vengono creati i file ZUGFeRD. Poiché c’è un COMMIT in molte fatture di vendita, gli errori di segnalazione potrebbero portare alla falsa creazione di un file di output nelle versioni precedenti. Ora controlliamo se la conversione ha avuto successo prima di creare il file di output.